Giro dei Paesi Baschi 2021 – Favoriti 1a tappa

Percorso e favoriti della prima tappa del Giro dei Paesi Baschi 2021.

di Dino Manca

Giro dei Paesi Baschi 2021 – Favoriti 1a tappa

La corsa si apre a Bilbao con una cronometro individuale in pieno stile basco.

Percorso

No, non è la classica prova pianeggiante per specialisti! Dopo lo spumeggiante inizio del 2019, gli organizzatori hanno deciso di riproporre un percorso esplosivo, in questo caso attorno alla città più grande dei Paesi Baschi. In totale, la prova presenta 3,1 km di salita (2,6 km + 500 metri di rampa finale), 9 km di discesa e poco meno di 2 km pianeggianti.

Giro dei Paesi Baschi 2021 - 1a tappa
Giro dei Paesi Baschi 2021 – 1a tappa

La salita di Santo Domingo rappresenta uno splendido biglietto da visita per tutti i corridori al via di questo Giro dei Paesi Baschi 2021. Irregolare e con diversi settori in doppia cifra, sarà probabilmente la parte cruciale dell’intera prova, vista la distanza di 13,9 km.

Giro dei Paesi Baschi 2021 – Santo Domingo

Per rendere il finale scoppiettante ci sarà una rampa di 500 metri, con punte che toccheranno il 19%. L’ideale per chi guarda, un pò meno per chi sta in sella..

Giro dei Paesi Baschi 2021 – Finale 1a tappa

Favoriti

Primoz Roglic – Percorso perfetto per lui. Dopo la delusione maturata a La Planche des Belles Filles lo scorso anno, lo sloveno ha vinto ad ottobre la cronometro della Vuelta sul Mirador de Ezaro e cominciato il 2021 con una prova molto convincente alla Parigi-Nizza, dove solo Cavagna e Bissegger son stati in grado di far meglio. Non facciamo errori: qualsiasi risultato al di fuori del 1° posto in una prova simile sarebbe deludente per il cannibale della Jumbo-Visma.

Tadej Pogacar – Dopo l’accecante flash con cui ha ribaltato lo scorso Tour, il prodigio del Team UAE è diventato un vero e proprio specialista nelle prove contro il tempo. Con un 4° posto sia alla recente Tirreno che al UAE Tour ha confermato i progressi sulla bici da crono anche in percorsi non particolarmente impegnativi, ma qui troverà senz’altro un terreno più favorevole. Sarà l’altro chiaro favorito per la conquista della prima maglia gialla.

Max Schachmann – Altro forte candidato per il podio. Difficile non avere dei flashback che riportino a due anni fa, quando il tedesco stravinse la cronometro d’apertura, mostrandosi particolarmente a suo agio nelle ruvide rampe basche. Riuscirà a ripetersi?

Adam Yates – Dopo l’ottima cronometro in Catalogna, peraltro in un percorso tutt’altro che favorevole per il corridore della INEOS Grenadiers, c’è da aspettarselo tra le prime 5 posizioni. La natura esplosiva della prova è congeniale alle sue caratteristiche.

Brandon McNulty – L’americano sta dimostrando una costanza impressionante nelle prove a cronometro. Due top5 a Parigi-Nizza e Tirreno-Adriatico sono risultati che non possono passare inosservati. La sua adattabilità ad un percorso irregolare è una piccola incognita, anche se ha dimostrato lo scorso anno di sapersela cavare piuttosto bene sia alla Ruta del Sol che alla Vuelta a San Juan, in percorsi che presentavano brevi salite come queste.

Ion Izagirre – Il vincitore dell’edizione 2019 ha sempre avuto un ottimo feeling con le prove contro il tempo brevi ed esplosive, nelle quali ha sempre centrato risultati prestigiosi. Viene in mente il 6° posto alla cronometro ondulata della scorsa Ruta del Sol, oppure lo stesso 7° alla dura prova d’apertura di Zumarraga due anni fa. Considerando con che forma ha corso alla Parigi-Nizza, è possibile che possa competere per la top5.

Pello Bilbao – Dei “locali”, il corridore della Bahrain è anche uno dei più forti a cronometro, lo testimonia la maglia di campione nazionale che indosserà alla partenza. Dopo aver disputato un buon GP Indurain, chiudendo al 4° posto, sembra avere la forma ideale per cominciare questa settimana con una prestazione di livello.

Hugh Carthy – L’inglese non ha impressionato nella sua prima cronometro stagionale, ma troverà in questo percorso qualcosa di molto più congeniale alle sue caratteristiche. Se dovesse riuscire a gestire al meglio la parte in discesa, potrebbe concludere nelle primissime posizioni, essendo uno specialista delle rampe in doppia cifra.

Wilco Kelderman – Il motore diesel dell’olandese non è esattamente l’ideale per questo tipo di prove. Tuttavia, degli uomini di classifica è uno dei più forti a cronometro, il che porta a pensare che possa terminare nelle prime 10 posizioni.

Mattia Cattaneo – L’italiano della Quick Step dovrebbe apprezzare questo tipo di percorso, dopo aver chiuso nelle prime 15 posizioni le due cronometro individuali disputate in questo 2021, in percorsi prevalentemente pianeggianti. L’anno scorso ha dimostrato di saperci fare con le rampe in doppia cifra, chiudendo 6° la dura cronometro della Vuelta con arrivo al Mirador de Ezaro.

Thomas De Gendt – La forma del belga è in costante crescita. Un percorso simile è al limite delle sue possibilità, mancando i chilometri in cui sfruttare le sue abilità da passista, ma non è da escludere una sua presenza nella top10.

Tobias Foss – Il giovane norvegese della Jumbo-Visma è un prospetto molto interessante, che ha dimostrato lo scorso anno di sapersela cavare nelle prove contro il tempo inaugurali, piazzandosi nei primi 5 nella cronometro di Palermo del Giro. Avendo chiuso 15° nella Tirreno-Adriatico, unica sua apparizione in questa stagione, c’è da pensare che la condizione sia abbastanza buona.

Jolly FantaBarCiclismo: Jonas Vingegaard – Il danese, recente vincitore della Settimana Coppi & Bartali, è un altro talento cristallino dell’armata Jumbo-Visma. Non è mai stato un drago sulla bici da crono, ma quest’anno ha centrato un sospetto 13° posto nel “piatto” deserto del UAE Tour. Considerando che si tratta soprattutto di uno scalatore molto forte, potrebbe sfruttare questa prima tappa per mettersi in mostra, prima di prestarsi al servizio del suo capitano. E’ uno dei nomi più interessanti ad una stella.

Pronostico

© Getty Images

Per vincere questa prova bisogna saper interpretare salite brevi ed esplosive, avere buone doti in discesa e far valere le proprie qualità di passista nel breve tratto pianeggiante. Credo che questo percorso si adatti perfettamente a Primoz Roglic.


Scarica FantaBarCiclismo gratuitamente su Google Play Store e sfida i tuoi amici, il modo migliore per godersi le corse di questa stagione!

Leggi anche: Giro dei Paesi Baschi 2021 – Percorso e favoriti

Su questo sito web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai facoltà di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.