Giro di Svizzera 2021 – Favoriti 2a tappa

Percorso e favoriti della seconda tappa del Giro di Svizzera 2021.

di Dino Manca

Giro di Svizzera 2021 – Favoriti 2a tappa

La prima tappa in linea, dal finale piuttosto insidioso.

Percorso

Dei 178 chilometri totali, l’attenzione andrà riposta soprattutto sugli ultimi 20, nei quali due piccole rampe piuttosto dure si alterneranno, rischiando di minare le speranze dei velocisti puri. Una tappa che prevede 2375 metri di dislivello, la maggior parte dei quali concentrati nella seconda parte di corsa.

Il brutto tempo farà compagnia ai corridori anche nella giornata di domani: all’arrivo son previsti temporali e piogge abbondanti, mentre il vento sarà debole e proveniente da nord-ovest.

Giro di Svizzera 2021 – 2a tappa

Le due salite di Ghoch ed Oberricken termineranno rispettivamente a 65 e 41 chilometri dalla conclusione. Non si tratta di percentuali eccessivamente dure, ma inizieranno ad appesantire le gambe dei corridori in vista del finale.

Giro di Svizzera 2021 – Ghoch
Giro di Svizzera 2021 – Oberricken

Litschstrasse (2.4 km al 8.2%) è un vero e proprio muro, che terminerà a soli 7 km dal traguardo. Considerando che sarà anticipato da un’altra piccola salitella non categorizzata di 1.2 km al 8.3%, potrebbe rivelarsi più selettivo del previsto.

Giro di Svizzera 2021 – Litschstrasse

Come si può notare tramite StreetView, la strada è molto stretta: il posizionamento ai piedi sarà fondamentale per chi ambirà al successo.

Giro di Svizzera 2021 – Litschstrasse (StreetView)

La discesa finale terminerà a poco più di 3 chilometri dalla conclusione.

Giro di Svizzera 2021 – Finale 2a tappa

Favoriti

Mathieu Van der Poel – L’olandese dell’Alpecin-Fenix è di ritorno dal ritiro in altitudine a La Plagne, dove ha concluso un periodo di preparazione prima di riprendere con le corse su strada. Non è ben chiaro a che livello possa essere attualmente, ma avendo nel mirino il Tour de France sarebbe strano se non fosse in condizione questa settimana. Questo finale è piuttosto buono per le sue caratteristiche: alla luce di quanto visto in primavera, dire che si difende piuttosto bene in salite brevi ed esplosive suona come un eufemismo, e dovrebbe essere anche uno dei corridori più rapidi qualora si terminasse con uno sprint ristretto.

Julian Alaphilippe – La prestazione a cronometro odierna è un pessimo segnale per tutti i suoi avversari: Alaphilippe sembra in condizioni fisiche molto buone e potrebbe sfruttare già da domani il terreno favorevole per provare a guadagnare secondi bonus in ottica classifica generale. La salita finale è disegnata su misura per lui, ma bisognerà capire che tipo di impatto avrà la pioggia sulla gara. Sicuramente, ha le potenzialità per sfruttare le pendenze in doppia cifra ed utilizzare le sue doti in discesa per tentare il colpo in solitaria.

Max Schachmann – Il tedesco è un altro dei vincitori della cronometro odierna, nella quale ha formalizzato la sua candidatura alla classifica generale. In questo tipo di finali dovrebbe essere uno dei corridori più pericolosi, perchè sa come gestire strappi brevi ed esplosivi e non va sottostimato in caso di arrivo allo sprint. Non è un caso che abbia chiuso sul podio alla recente Amstel Gold Race, corsa che presenta molte delle caratteristiche della tappa di domani.

Michael Matthews – L’australiano è il prototipo ideale del corridore che potrebbe vincere questa tappa in uno sprint ristretto. Probabilmente non avrà l’esplosività per star dietro a corridori più leggeri di lui sullo strappo, ma la condizione mostrata al GP Aargau lascia ben sperare in caso di raggruppamento.

Marc Hirschi – Lo svizzero è stato abbastanza deludente quest’oggi, ma questa è una frazione che dovrebbe aver cerchiato di rosso. Ci sono tutte le caratteristiche per un finale adatto alla medaglia di bronzo mondiale 2020, che ha l’esplosività per stare con i migliori sulla Litschstrasse, le abilità in discesa e la tecnica per cavarsela su strade bagnate ed un buono sprint in caso di volata. Dopo un 2021 non certo scintillante, avvicinarsi al Tour con una vittoria sarebbe fondamentale per lui.

Michael Woods – Le pendenze della Litschstrasse interesseranno particolarmente anche l’esplosivo canadese, che non dovrebbe certo aver problemi ad unirsi alla festa in caso di attacchi nel tratto più duro. Come ha già dimostrato nella sua impressionante vittoria a Thyon 2000, non soffre affatto sul bagnato, quindi sarà meglio non sottovalutarlo.

Marc Soler – Altro amante della pioggia e delle discese bagnate. La salita finale non è proprio l’ideale per il catalano della Movistar, ma se dovesse trovarsi in un gruppetto di 8-10 corridori poco prima dello scollinamento, non ci penserà due volte a lanciarsi in solitaria.

Rui Costa – Il portoghese sembra essere arrivato in buone condizioni a questo Giro di Svizzera 2021, come testimonia il suo 2° posto al GP di Aargau. In teoria, l’ultima salita dovrebbe essere un pò troppo esplosiva per lui, ma se dovesse far parte di un gruppetto di 20-25 unità, potrebbe anche dire la sua in volata.

Esteban Chaves – Anche il colombiano è stato protagonista del GP di Aargau, non esattamente l’ideale per uno scalatore puro come lui. Eppure, i suoi risultati quest’anno, soprattutto nelle Ardenne, hanno mostrato una versione più completa del 31enne di Bogotà, che dovrà riscattare la tremenda cronometro odierna.

Omar Fraile – Ottimo finale anche per il basco dell’Astana, che è molto abile in salite brevi ed esplosive, oltre ad essere piuttosto rapido in caso di sprint ristretto.

Ivan Garcia Cortina – Il suo 14° posto a cronometro è incoraggiante dal punto di vista della condizione. Gli sprint al termine di una giornata selettiva son proprio ciò in cui il 25enne di Gijon eccelle.

Tiesj Benoot – Qualcuno ha detto bagnato? Il belga è un altro corridore che ama correre in queste condizioni, ma non ha la velocità per battere molti dei corridori sopra citati. Ciò significa che per vincere dovrà andar via di forza sulla Litschstrasse.

Jolly FantaBarCiclismo: Richard Carapaz – Se dovesse muoversi Alaphilippe, è logico pensare che l’ecuadoriano dovrà rispondere, e la salita finale, seppur breve, potrebbe essere sufficientemente dura perchè si possa fare una certa differenza. E’ chiaro che non si tratti del corridore più rapido del mondo, ma ha già dimostrato in passato di sapersela cavare su strade bagnate.

Pronostico

©Photo News

La salita finale è talmente vicina al traguardo che si presta ad azioni di corridori particolarmente esplosivi. Inoltre, le condizioni della strada, in caso di pioggia, richiederanno grandi capacità tecniche nella guida della bicicletta. Julian Alaphilippe ha tutte le carte in regola per vincere la tappa di domani.


Scarica FantaBarCiclismo gratuitamente su Google Play Store e sfida i tuoi amici, il modo migliore per godersi le corse di questa stagione!

Leggi anche: Giro di Svizzera 2021 – Percorso e favoriti

Su questo sito web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai facoltà di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.