Parigi-Nizza 2021 – Favoriti 6a tappa

Percorso e favoriti della sesta tappa della Parigi-Nizza 2021.

di Dino Manca

Parigi-Nizza 2021 – Favoriti 6a tappa

Non troppo dura per incidere sulla classifica generale, non abbastanza facile per i velocisti: giornata perfetta per la fuga.

Percorso

Con 5 GPM e 202,5 chilometri da percorrere, la sesta sarà la frazione più lunga di questa Parigi-Nizza 2021. Come anticipato, le salite non saranno particolarmente lunghe, ne impegnative, ma son posizionate in maniera tale da rendere questa frazione quasi impossibile da controllare. L’ultima arriverà dopo la discesa dalla Cote de Gourdon, a 15 km dal traguardo, dove sarà posto lo sprint intermedio di Roquefort-Les-Pins. L’arrivo, a Biot, sarà anch’esso in ascesa: 2 km al 5,3%.

Parigi-Nizza 2021 6a tappa
Parigi-Nizza 2021 – 6a tappa

Favoriti

Essendo questo il giorno che precede le due tappe decisive per l’esito della corsa, è probabile che il gruppo scelga di lasciar spazio ad una fuga e tenere le energie per il weekend. Viceversa, dovranno farsi carico dell’inseguimento le squadre che pensano di avere i corridori ideali per un arrivo del genere. Su tutte, la BikeExchange di Michael Matthews.

Michael Matthews – Abbiamo visto in qualche occasione l’australiano protagonista in attacchi da lontano, ma la sua distanza (2:21) da Primoz Roglic difficilmente gli consentirà di unirsi alla fuga di giornata. Dunque, per portare a casa questa tappa, servirà un grande lavoro da parte dei compagni della BikeExchange, che dovranno assicurarsi non ci sia un gruppo particolarmente numeroso davanti e dovranno tenerlo a debita distanza. Sulla carta, un arrivo del genere è perfetto per lui.

Primoz Roglic – Se il gruppo dovesse arrivare a giocarsi la vittoria, l’attuale maglia gialla non disdegnerà di certo un arrivo simile, dove potrebbe portare a casa qualche altro prezioso secondo bonus. La scorsa Vuelta insegna che non bisogna sottovalutarlo in sprint ristretti dopo una tappa selettiva, a maggior ragione se in pendenza.

Magnus Cort – Il danese ha vinto in passato tappe con tanti metri di dislivello ed arrivi non troppo impegnativi. La sua distanza da Roglic è sufficiente perchè il gruppo lo lasci andare in fuga. Se dovesse esser presente nell’attacco di giornata, sarà uno dei grandi favoriti per la vittoria. Il 19° posto nella cronometro indica una condizione in crescita.

Luis Leon Sanchez – Ha attaccato nella 4a tappa, mostrando anche una buona condizione, ma è troppo vicino a Roglic perchè gli venga consentito di essere nell’attacco di giornata.

Remi Cavagna – Il francese è stato sfortunato mercoledì, quando solo la batteria del cambio elettronico ha interrotto il suo attacco nella salita finale. Saggiamente, dopo aver risolto i problemi ha scelto di prendersela comoda, il che gli da il giusto distacco per poter giocarsi le sue carte con degli attacchi da lontano. La condizione fisica sembra davvero interessante.

Jasper Stuyven – Dopo esser stato al servizio (e che servizio!) di Pedersen, il belga avrà carta bianca per andare in cerca di una vittoria di tappa. Altimetricamente, questa sembra la più adatta alle sue caratteristiche.

Matteo Trentin – La forma mostrata nelle prime classiche è molto interessante, se dovesse riuscire ad entrare nell’attacco di giornata sarà uno dei corridori più pericolosi, ma ha una possibilità anche nel caso arrivi con il gruppo dei favoriti, qualora questo sia quello vincente, ovviamente.

Philippe Gilbert – Vorrà testare la sua gamba in vista della Sanremo? Un arrivo così sembra particolarmente adatto al campione del mondo 2012, che ha anche il giusto distacco per poter cercare la fuga.

Alexey Lutsenko – Occasione interessante per il kazako, che non sta andando fortissimo in questo inizio di stagione, ma ha dimostrato anche all’UAE Tour di avere “le sue giornate”, in cui partendo da lontano ha la possibilità di giocarsela.

Thomas De Gendt – Non ha bisogno di presentazioni. Il Re delle fughe è uno dei principali indiziati a far parte dell’attacco di domani. Avrà la condizione per trovare il primo successo stagionale?

Omar Fraile – Altro corridore dell’Astana, che ha spesso sfruttato tappe del genere in carriera per aggiornare il suo palmares. La forma non dev’essere malvagia, vista la buona cronometro disputata (21°).

Victor Campenaerts – Esclusa la deludente cronometro, il belga è stato spesso all’attacco in questo inizio di stagione ed è anche sembrato in una discreta condizione, specialmente nelle classiche. Che stia provando ad evolversi e diventare più completo?

Oliver Naesen – Altro corridore per caratteristiche molto adatto ad una tappa del genere. Avendolo visto all’attacco anche mercoledì, non sarebbe sorprendente se ci riprovasse.

Jolly FantaBarCiclismo: Anthony Perez – L’attuale maglia a pois dovrà per forza essere nel gruppo di testa, i tanti punti a disposizione lungo il percorso sono un’occasione importante per consolidare la sua leadership e portare qualche punticino a coloro che lo schiereranno nel nostro gioco.

Pronostico

Remi Cavagna è stato uno dei corridori più brillanti di questa Parigi-Nizza 2021

Il gruppo si prenderà un giorno di “pausa”, in attesa delle due tappe finali. Come spesso succede nelle fughe, sarà difficile avere un accordo man mano che ci si avvicinerà al finale, motivo per cui credo che l’attacco decisivo avverrà ben prima degli ultimi 2 chilometri. Considerando la gamba mostrata sia nella cronometro che mercoledì, questa tappa andrà a Remi Cavagna.


Scarica FantaBarCiclismo gratuitamente su Google Play Store e sfida i tuoi amici, il modo migliore per godersi le corse di questa stagione!

Leggi anche: Parigi-Nizza 2021 – Percorso e favoriti

Su questo sito web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai facoltà di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.