Scheldeprijs 2021 – Percorso e favoriti

Presentazione della Scheldeprijs 2021, con analisi di percorso e favoriti.

di Dino Manca

Scheldeprijs 2021 – Percorso e favoriti

Storicamente una classica favorevole alle ruote veloci.

Percorso

Come dimostra l’altimetria, Scheldeprijs 2021 è una corsa che, tolti quattro passaggi nella Broekstraat, breve tratto di strada in pavè, non presenterà difficoltà altimetriche. La velocità sarà molto alta tutto il giorno e gli unici rischi arriveranno dalla frenesia del finale, che spesso porta purtroppo a delle cadute, come visto nella passata edizione. Un’incognita, tuttavia, potrebbe rappresentarla il meteo che, contrariamente a quanto visto domenica al Fiandre, dovrebbe riservare brutte sorprese: attesa pioggia, freddo e raffiche di vento intorno ai 30 km/h. Qui, più che mai, entrerà in gioco il fattore squadra.

Scheldeprijs 2021
Scheldeprijs 2021 – Percorso

Favoriti

Sam Bennett – Il velocista più in forma della stagione si presenta al via della Scheldeprijs 2021 come indiscusso favorito. Supportato da una squadra piuttosto solida, anche in condizioni meteo difficili dovrebbe godere di un vantaggio rispetto alla concorrenza. Inoltre, ha dimostrato di recente di avere un discreto feeling con il vento, riuscendo a “sopravvivere” al tritacarne della Gand-Wevelgem, quindi non c’è motivo di credere che il fattore climatico possa rappresentare uno svantaggio per l’irlandese.

Tim Merlier – Dati alla mano, il belga dovrebbe essere l’unico in grado di impensierire Bennett in termini di velocità. L’Alpecin-Fenix potrà contare anche su Jasper Philipsen, che è finalmente salito di colpi e rappresenterà un “piano b” di tutto rispetto, ma la logica porta a pensare che si correrà per il campione nazionale belga 2019, vincitore di tre corse in questo 2021.

Mads Pedersen – Una gara favorevole al danese della Trek, che si è dimostrato ancora lontano dalla forma dei tempi migliori in percorsi più impegnativi, ma ha in stagione disputato ottime volate e dovrebbe adattarsi piuttosto bene a pioggia e freddo, condizioni nelle quali ha portato a casa un titolo mondiale non più tardi di due anni fa.*

* A scopo precauzionale, la Trek-Segafredo ha scelto di non prender parte alla Scheldeprijs 2021.

Pascal Ackermann – Dopo il podio centrato a De Panne, il tedesco della Bora cerca conferme in una gara che gli ha portato un 2° e 5° posto nel 2017 e 2018. Riuscirà a fare lo step successivo? La presenza di Rudiger Selig nel suo treno dovrebbe aumentare le sue possibilità.

Arnaud Demare – La recente vittoria a La Rue Tourangelle dovrebbe aver finalmente sbloccato il campione nazionale francese della FDJ, che cercherà di avvicinarsi finalmente al suo livello abituale, per poter arrivare al Tour con un pò di fiducia in più. Ottenere un risultato importante con un parterre del genere è fondamentale. Ludvigsson, Geniets, Konovalovas, Guarnieri e Sinkeldam sono un treno di tutto rispetto.

Giacomo Nizzolo – Dopo aver disputato un’ottima serie di classiche fiamminghe, il velocista lombardo guarderà con ottimismo questa gara. Uno dei suoi più grandi pregi è il sapersi difendere molto bene in caso di condizioni al limite, e se la gara dovesse dimostrarsi più dura del previsto potrebbe essere avvantaggiato rispetto ad altri velocisti. Vincere sarà difficile, ma non impossibile.

Elia Viviani – La vittoria alla Cholet – Pays de la Loire ha ricordato a tutti cosa sia in grado di fare il veronese quando in buona condizione e se ben lanciato nel finale. Certo, il livello della Scheldeprijs 2021 sarà superiore, ma considerando la vicinanza con il Giro, ormai a meno di un mese, la forma dovrebbe essere sufficiente per un risultato di spessore, anche se la caduta maturata all’Attraverso le Fiandre mercoledì scorso ha messo in forte dubbio la sua partecipazione.

Cees Bol – A causa del suo rendimento ondivago, l’olandese del Team DSM non potrà che essere considerato un outsider in questa Scheldeprijs 2021. I suoi risultati recenti dimostrano una forma discreta (7° a De Panne), ma il treno che avrà a disposizione non sembra sulla carta in grado di competere con squadre come Deceuninck, Bora, Trek o FDJ, per cui il rischio è che debba accontentarsi di un piazzamento.

Timothy Dupont – Mister regolarità è pronto a centrare un altro piazzamento in top10, a De Panne ha dimostrato di potersi inserire anche nei primi cinque. E’ un peccato che non abbia una squadra sufficientemente forte per supportarlo nel finale.

Alexander Kristoff – Non è stata fin qui una stagione felice per il norvegese del Team UAE, che non è riuscito ad esser protagonista in nessuna delle classiche fiamminghe. Dopo una brutta giornata di quasi 200 km, potrebbe anche sorprendere, ma i suoi problemi di posizionamento restano un handicap non da poco rispetto ai velocisti sopra citati.

Jolly FantaBarCiclismo: Pierre Barbier – Il velocista 23enne della Delko ha ottenuto questa stagione discreti piazzamenti in classiche abbastanza simili, come al GP Monserè (4°) e Cholet – Pays de la Loire (3°). La mancanza di una squadra di livello può costargli caro in quanto a posizionamento, ma se dovesse riuscire ad intrufolarsi nella mischia, potrebbe portare a casa una top10.

Pronostico

Fanta Bar Ciclismo - Sam Bennett
© Getty Images

Difficile battere Sam Bennett in questo momento.


Scarica FantaBarCiclismo gratuitamente su Google Play Store e sfida i tuoi amici, il modo migliore per godersi le corse di questa stagione!

Leggi anche: Giro dei Paesi Baschi 2021 – Percorso e favoriti

Su questo sito web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai facoltà di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.