Tour de France 2021 – Favoriti 10a tappa

Percorso e favoriti della decima tappa del Tour de France 2021.

di Dino Manca

Tour de France 2021 – Favoriti 10a tappa

Non una tappa dall’esito scontato.

Percorso

Dopo il primo giorno di riposo, i corridori del Tour de France 2021 torneranno in sella per affrontare i 192 km da Albertville a Valence. Si scenderà verso il sud della Francia, dunque, nel dipartimento della Droma, regione Alvernia-Rodano-Alpi. Complessivamente, una tappa che non presenta particolari difficoltà a livello altimetrico (solo un GPM categorizzato), ma le fatiche dei giorni precedenti potrebbero rendere gli ultimi 40 chilometri meno prevedibili di quanto si possa pensare. In totale, verranno affrontati 1488 metri di dislivello.

Il bollettino meteo prevede un pomeriggio piuttosto nuvoloso, con possibilità di pioggia crescenti verso il finale di tappa. Il vento sarà prevalentemente moderato in partenza (10 km/h) e soffierà da ovest/sud-ovest, ma lungo il percorso potrebbe intensificarsi (ad esempio, questo sito meteo locale preannuncia la possibilità di raffiche fino a 40 km/h!). Tecnicamente parlando, ci sarà vento contrario o parzialmente laterale per la maggior parte della giornata. Se la direzione del vento dovesse cambiare, potrebbe esserci il primo vero rischio di ventagli.

Tour de France 2021 - 10a tappa
Tour de France 2021 – 10a tappa

Lo sprint intermedio sarà posizionato al termine di una leggera salitella al 3.7%. Sarà interessante capire che tipo di situazione avremo in corsa a questo punto, quando mancheranno circa 110 km alla conclusione. Sicuramente, corridori come Michael Matthews e Sonny Colbrelli proveranno a sfruttare il terreno favorevole per mettere in difficoltà Cavendish e guadagnare qualche punto prezioso.

Tour de France 2021 – Col de la Placette (sprint)

A 42 chilometri dal traguardo i corridori dovranno superare una salita non categorizzata di 5.3 km verso Beauregard-Baret: si tratta sempre di pendenze contenute, attorno al 3-4%, ma come verrà affrontata? Il vento contrario dovrebbe rendere la vita difficile a coloro che sperano di fare selezione, ma ciò non significa che qualche squadra non possa provare comunque ad alzare il ritmo.

Tour de France 2021 – 10a tappa (ultimi 45 km)

Come si può notare tramite StreetView, la carreggiata si restringerà sensibilmente, il che implicherà un cambio d’atteggiamento per le squadre dei velocisti, che dovranno battagliare con i team interessati alla classifica generale per le posizioni di testa.

Tour de France 2021 – 10a tappa (ultima salita)

Gli ultimi 5 km saranno molto semplici dal punto di vista altimetrico e tecnico. Dei lunghi rettilinei porteranno il gruppo al centro di Valence, dove sarà posto l’arrivo.

Tour de France 2021 – Finale 10a tappa

L’unica insidia sarà intorno ai -200, quando andrà superata una rotatoria con svolta a destra. Ovviamente, per un velocista con ambizioni di successo sarà fondamentale arrivarci il più avanti possibile.

Tour de France 2021 – Finale 10a tappa (planimetria)

Favoriti

Dopo il ritiro di Demare, ci sarà una squadra in meno ad incaricarsi dell’inseguimento di giornata. L’assenza di Merlier e Van der Poel indebolirà sensibilmente anche l’Alpecin-Fenix, quindi quali squadre si faranno vedere in testa al gruppo? Soprattutto, è una frazione molto interessante per la lotta alla maglia verde: molti fiuteranno l’opportunità di recuperare ulteriore terreno a Mark Cavendish, ma la direzione del vento potrebbe essere l’alleata numero uno del britannico della Deceuninck.

Mark Cavendish – Lo scenario migliore per l’attuale maglia verde è che una fuga innocua parta dal km 0. Non c’è dubbio che sia al momento il velocista più forte in gara, ma quanto avrà speso nel weekend alpino? In particolare, la tappa di ieri è stata molto difficile da superare per il due volte vincitore di tappa, che ha chiuso entro il tempo massimo davvero per poco. Uno sprint con vento contrario dovrebbe essere la specialità della casa per Cannonball, che andrà a caccia della vittoria numero 33 al Tour.

Jasper Philipsen – Se la tappa si rivelasse troppo dura per Cavendish, ad approfittarne potrebbe essere il velocista fiammingo dell’Alpecin, ora a tutti gli effetti l’unica freccia da scoccare per la squadra tedesca. Le perdite di Van der Poel e Merlier sono sanguinose dal punto di vista del treno, ma Silvan Dillier e Jonas Rickaert dovrebbero essere comunque in grado di fare un buon lavoro di “leadout“.

Nacer Bouhanni – Il velocista dell’Arkea è un altro ad aver sofferto particolarmente la giornata di ieri. Dopo tre podi consecutivi, la sua speranza sarà quella di riuscire a sorprendere la concorrenza ed alzare le braccia al cielo. Alla luce di quanto visto nelle volate precedenti, questo non sembra poi impossibile, ma avrà bisogno di un pizzico di fortuna.

Peter Sagan – Se le condizioni meteo dovessero rivelarsi più complicate del previsto, la Bora sarà una delle formazioni più attive nel cercare di offrire allo slovacco l’opportunità di vincere la tappa, missione fallita lo scorso anno. Ovviamente, Sagan non ha la velocità per battere probabilmente nessuno dei sopra citati in uno sprint normale, ma se uno o più di questi dovessero “saltare” lungo la strada le sue possibilità potrebbero aumentare.

Wout Van Aert – Altro corridore che si augura di poter sfruttare l’esperienza maturata nelle classiche del nord. Se il vento dovesse creare scompiglio, il campione nazionale della Jumbo-Visma sarà uno dei corridori più avvantaggiati. Resta qualche dubbio sulla sua velocità: il suo sprint a Chateauroux è stato alquanto fiacco, ma si spera che con l’avanzare della corsa le sue qualità di “fondista” possano prevalere rispetto a corridori meno resistenti.

Mads Pedersen – Quanto detto per Van Aert vale anche per il danese della Trek, che ieri ha scalato egregiamente nella dura tappa di Tignes, terminando agevolmente in 54° posizione. Questo è incoraggiante sul piano fisico, ma serviranno sprint più convincenti rispetto a quelli fatti nelle ultime due tappe, dove non è andato oltre due anonime top10.

Cees Bol – Altro corridore che non avrà paura di interfacciarsi con un meteo difficile. L’olandese della DSM ha dimostrato in primavera di essere molto bravo in condizioni difficili, centrando il “taglio” nella Scheldeprijs, ad esempio. Dopo un 8° e due 6° posti consecutivi, la speranza sarà quella di avvicinarsi alla top5. Le defezioni di Merlier e Demare, in tal senso, potrebbero aiutare.

Michael Matthews, Sonny Colbrelli e Christophe Laporte sono ottimi candidati per la top10 di tappa in caso di sprint “normale”, ma potrebbero entrare in gioco per posizioni più privilegiate qualora la tappa si dovesse dimostrare più selettiva del previsto.

La coppia della Lotto Soudal formata da Thomas De Gendt e Brent Van Moer sarà sempre temibile in caso di fuga, così come passisti del calibro di Victor Campenaerts, Soren Kragh Andersen, Kasper Asgreen e Jasper Stuyven.

Jolly FantaBarCiclismo: Stefan Kung – Senza Demare, ci sarà via libera per il passista svizzero, che si troverà di fronte ad un percorso molto interessante per le sue caratteristiche e dovrebbe apprezzare le condizioni meteo difficili. Se dovesse entrare in una fuga corposa, il suo motore potrebbe essere difficile da placare.

Pronostico

Luca Bettini/BettiniPhoto©2021

La creazione di ventagli dovrebbe essere scongiurata dalla direzione del vento, che vista la planimetria dovrebbe essere prevalentemente contrario. Tuttavia, ci saranno alcuni cambi di direzione nel percorso, che porteranno i corridori ad attraversare alcuni tratti maggiormente esposti, come quello da Montmelian a Chambery (circa 15 km), da Voreppe a Morains (circa 8 km) e da Fures a St.-Quentin-sur-Isere (circa 5 km).

Non è affatto sicuro che possano effettivamente esserci le condizioni per fare delle azioni, ma pare che il vento possa aumentare verso metà percorso, quando saranno anche alte le possibilità di pioggia. Aggiungiamo a questo il fatto che sarà la tappa dopo il primo giorno di riposo, arrivato dopo un finale di settimana molto impegnativo, e traiamo le opportune conclusioni. Seguendo la logica di una corsa più dura di quanto l’altimetria possa suggerire, sarà preziosa la predisposizione a questo tipo di giornate di Wout Van Aert.


Scarica FantaBarCiclismo gratuitamente su Google Play Store e sfida i tuoi amici, il modo migliore per godersi le corse di questa stagione!

Leggi anche: Tour de France 2021 – Percorso e favoriti; Tour de France 2021 – I cacciatori di tappe

Su questo sito web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai facoltà di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.