Vuelta a España 2021 – Favoriti 4a tappa

Percorso e favoriti della quarta tappa della Vuelta a España 2021.

di Dino Manca

Vuelta a España 2021 – Favoriti 4a tappa

Un altro finale favorevole alle ruote veloci.

Percorso

Si scenderà verso la comunità autonoma di Castiglia-La Mancia nella quarta frazione della Vuelta a España 2021. Un percorso ondulato, con 1534 metri di dislivello e nessun GPM, non dovrebbe impedire alle squadre dei velocisti di controllare i 164 km di corsa, per assicurarsi il secondo arrivo allo sprint in quel di Molina de Aragon.

Meteo

Dopo una giornata piuttosto fresca per gli standard estivi spagnoli, il sole tornerà ad essere protagonista. Il vento soffierà da nord e sarà quindi a favore per tutto il giorno, ma non dovrebbe superare i 10 km/h di velocità.

Vuelta a España 2021 - 4a tappa
Vuelta a España 2021 – 4a tappa

L’arrivo è posto all’uscita di Molina de Aragon, piccolo comune di poco più di 3 mila abitanti, che il gruppo attraverserà nella strada principale. Fortunatamente, la strada sembra essere abbastanza larga anche all’interno del paese.

Vuelta a España 2021 – Planimetria finale 4a tappa

Negli ultimi 4 chilometri si inizierà a salire leggermente, ma in modo costante: decisamente non abbastanza per mettere in difficoltà i velocisti, ma alcuni potrebbero apprezzare più di altri questo particolare.

Vuelta a España 2021 – Finale 4a tappa

Gli ultimi 2-300 metri saranno intorno al 2-3%.

Vuelta a España 2021 – Arrivo 4a tappa (StreetView)

Favoriti

Jasper Philipsen – Questo arrivo sembra cucito su misura per il belga dell’Alpecin-Fenix, che ha cominciato alla grande la sua Vuelta a España 2021 andando a segno nella seconda frazione. Curiosamente, i belgi hanno così portato a casa la seconda tappa di ogni grande giro: pazzesco che non siano ancora ufficialmente una squadra WorldTour! Essendo a quota 50 punti in compagnia di Jakobsen ed Aranburu, una vittoria vorrebbe anche dire automaticamente maglia verde. L’Alpecin ha ancora una volta dimostrato di saperlo pilotare alla perfezione: riuscirà a bissare il successo di Burgos?

Fabio Jakobsen – Il velocista della Deceuninck – Quick Step ha aperto le danze con un buon secondo posto, ma è mancata un pò di esplosività nel momento decisivo. Che abbia pagato l’aver sprintato al traguardo volante posto ai -18? Questo arrivo sulla carta potrebbe non essergli favorevole come quello della seconda tappa, ma se ben posizionato dovrebbe comunque potersi giocare il successo, vista la forma dimostrata a Burgos.

Michael Matthews – Altro corridore che sorriderà guardando gli ultimi 300 metri! L’australiano della BikeExchange ama questo tipo di arrivi, ma avrebbe preferito delle percentuali leggermente più alte. Considerando l’ottima volata disputata a Burgos, in un arrivo tutt’altro che ideale per le sue caratteristiche, si deve presumere che possa ambire quantomeno a centrare un’altra top3. Ha dalla sua un Luka Mezgec in grande spolvero, che potrebbe dargli una grossa mano nell’ultimo chilometro.

Juan Molano – Il Team UAE ha lavorato molto bene nella preparazione dello sprint di Burgos, con un Matteo Trentin eccezionale, ma il colombiano non è riuscito ad ottenere più di un quarto posto. L’arrivo di domani è buono per le sue caratteristiche: è bene ricordare che si tratta di un corridore che ha chiuso 4° a Matera lo scorso Giro, in un arrivo ancora più impegnativo.

Arnaud Demare – Il francese lo scorso anno a Matera ci vinse, ma era un altro corridore. Purtroppo, la sua deludente prestazione nella seconda tappa ha fatto riaffiorare tutti i problemi del Tour, quando non riuscì praticamente mai ad essere protagonista nel momento decisivo, perdendo continuamente le ruote dei compagni. In teoria, un arrivo in leggera salita come questo dovrebbe essere perfetto per lui, ma la sua recente instabilità impone grossa cautela.

Alex Aranburu – Il basco dell’Astana, a caccia della maglia verde, ha disputato un inusuale sprint di massa nella seconda tappa, chiudendo con una sorprendente top5. Sulla carta, l’arrivo di domani dovrebbe essergli ancora più congeniale, visto che si tratta principalmente di uno scattista, ma come detto per Matthews non sembra abbastanza duro per renderlo un valido pretendente alla vittoria. Vista la forma, non sorprenderà rivederlo tra i primi cinque.

Jon Aberasturi – Questo arrivo è una buona notizia anche per il velocista della Caja-Rural, che in passato ha vinto anche su arrivi più complessi. Con il suo 6° posto a Burgos, il 32enne di Vitoria ha dimostrato di essere in buona forma: l’obbiettivo sarà migliorare quel piazzamento.

Piet Allegaert – Il belga della Cofidis dovrebbe apprezzare questo arrivo, ma è difficile che possa ambire a qualcosa di più di un piazzamento nei dieci.

Davide Cimolai – Uno degli specialisti in questi arrivi in leggera salita, come dimostrano i suoi podi a Canale ed a Termoli nel Giro d’Italia 2021. L’unico dubbio proviene dalla strategia interna della Israel, che sembra voler puntare sul corridore di casa Itamar Einhorn, ma dopo il flop di Burgos le cose potrebbero cambiare.

Alberto Dainese – Fu molto competitivo in Ungheria lo scorso maggio in una volata in leggera salita, battuto solo da Jordi Meeus. Purtroppo, il suo sprint di ieri ha lasciato molto a desiderare, quindi è difficile avere grandi aspettative nei suoi confronti.

Jolly FantaBarCiclismo: Florian Vermeersch – Il giovane classe ’99 della Lotto Soudal ha recentemente ritrovato la velocità che gli aveva permesso di centrare piazzamenti importanti nella scorsa stagione, come nella Brussel Classic, quando chiuse al 4° posto davanti a velocisti illustri come Jasper Philipsen e Pascal Ackermann. Se ben posizionato nel finale, potrebbe anche ripetere la top10 della seconda tappa.

Pronostico

©CorVos

Gli ultimi 300 metri di domani ricordano molto l’arrivo di Puebla de Sanabria dello scorso anno. Chi vinse in quell’occasione? Jasper Philipsen.


Scarica FantaBarCiclismo gratuitamente su Google Play Store e sfida i tuoi amici, il modo migliore per godersi le corse di questa stagione!

Leggi anche: Vuelta a España 2021 – Percorso e favoriti

Su questo sito web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai facoltà di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.