Vuelta a España 2021 – Percorso e favoriti

Presentazione della Vuelta a España 2021. con analisi di percorso e favoriti.

di Dino Manca

Vuelta a España 2021 – Percorso e favoriti

La tradizione vuole che a chiudere il trittico dei grandi giri sia la corsa a tappe spagnola, ed anche quest’anno sarà così.

L’edizione 2021, la 76esima nella storia della gara iberica, scatterà sabato 14/08 in quel di Burgos, mentre l’ultima tappa, differentemente rispetto agli scorsi anni, non sarà la tipica “passerella” di Madrid, ma una lunga cronometro individuale in quel di Santiago di Compostela.


Come ogni anno, il nostro portale metterà a disposizione un gioco totalmente gratuito, che darà la possibilità ad ogni appassionato di vivere le tre settimane di corsa come un vero e proprio manager di ciclismo! Sarà possibile giocare anche tramite APP, per tutti i dispositivi Android, scaricando Fanta Bar Ciclismo dal Play Store!


Tappe chiave

L’arrivo a Picon Blanco, nella terza tappa, è il tipico finale “unipuerto” che è solito caratterizzare le corse spagnole, in particolare la Vuelta a Burgos. Nonostante il resto della tappa non presenti particolari difficoltà altimetriche, ci sono le percentuali per esaltare gli scalatori più puri. Essendo il primo arrivo in salita, è probabile che arriveranno le prime importanti indicazioni sulla forma dei contendenti alla maglia rossa.

Vuelta a España 2021 - 3a tappa
Vuelta a España 2021 – 3a tappa

Sebbene le percentuali non sembrino impossibili, la salita di Balcon de Alicante, che decreterà il vincitore della 7a frazione, avrà una seconda parte molto ripida, con settori in doppia cifra. Nel complesso, una tappa non lunghissima (152 km), ma molto intensa fin dalle prime battute: guai a sottovalutarla.

Vuelta a España 2021 - 7a tappa
Vuelta a España 2021 – 7a tappa

Il primo giorno di riposo sarà preceduto dai 188 km che porteranno fino all’Alto de Velefique, salita di 13 km al 7.1%. Si tratta di una salita piuttosto regolare e non eccessivamente dura nella parte finale, ma molto impegnativa nei 5 chilometri iniziali, che sfioreranno la doppia cifra.

Vuelta a España 2021 - 9a tappa
Vuelta a España 2021 – 9a tappa

Forse non ci saranno grandi distacchi, ma l’arrivo di Valdepenas de Jaén è la tipica chicca che solo una corsa come la Vuelta può regalare: la rampa finale raggiungerà pendenze fino al 30%!

Vuelta a España 2021 - 11a tappa
Vuelta a España 2021 – 11a tappa

L’arrivo a Pico Villuercas, nella 14a tappa, non è tra i più difficili dal punto di vista altimetrico, ma si tratta comunque di una salita di 14.4 km, con un paio di chilometri nella parte centrale che toccheranno la doppia cifra di pendenza media.

Vuelta a España 2021 - 14a tappa
Vuelta a España 2021 – 14a tappa

Quasi 200 km, con quattro salite categorizzate all’interno degli ultimi 110, per un totale di 3860 metri di dislivello. Sembrano esserci le condizioni per una giornata potenzialmente decisiva per la classifica generale, ma le ultime due salite non sono dure abbastanza per ipotizzare grandi distacchi. Il che è una buona notizia per i fuggitivi.

Vuelta a España 2021 - 15a tappa
Vuelta a España 2021 – 15a tappa

Il gran finale dell’ultima settimana comincerà con l’arrivo della 17° frazione, lo stesso che vide trionfare Thibaut Pinot tre anni fa. Lagos de Covadonga è una salita molto incostante, che alterna settori molto ripidi a brevi discese: può far male.

Vuelta a España 2021 - 17a tappa
Vuelta a España 2021 – 17a tappa

Non è l’Angliru, ma l’Altu d’El Gamoniteiru, e la somiglianza non è solo dal punto di vista fonico! Le percentuali son quelle di una salita brutale, con ben 11 chilometri oltre il 10% di pendenza media (ultimo km al 17%), che nella terza settimana di un grande giro, al termine di una 18a tappa che conterrà altre tre salite alquanto impegnative, dovrebbero portare grandi distacchi e tanto spettacolo.

Vuelta a España 2021 - 18a tappa
Vuelta a España 2021 – 18a tappa

La ventesima e penultima tappa non prevede lunghe salite, ma gli ultimi 100 chilometri saranno un costante sali-scendi con poco spazio per recuperare. Sarà l’ultima opportunità per gli scalatori che vorranno guadagnare secondi prima della cronometro conclusiva.

Vuelta a España 2021 - 20a tappa
Vuelta a España 2021 – 20a tappa

La domanda sorge spontanea: quanta benzina sarà rimasta nel serbatoio dei contendenti alla classifica generale prima dei 34 km di cronometro individuale dell’ultima tappa? Sulla carta, sarà una prova favorevole per gli scalatori più adatti alle prove contro il tempo, vista la sua natura ondulata.

Vuelta a España 2021 - 21a tappa
Vuelta a España 2021 – 21a tappa

Favoriti

Primoz Roglic – Seppur per motivi diversi, ci sono somiglianze con la passata stagione per quanto riguarda lo sloveno della Jumbo-Visma, che sarà ai nastri di partenza della Vuelta a España 2021 con l’obbiettivo di centrare il terzo successo consecutivo, ma anche riscattare un Tour de France concluso anzitempo a causa delle cadute subite nella prima, tremenda settimana. Non dovrebbero esserci dubbi sulla sua condizione fisica, alla luce di quanto visto a Tokyo, ed è indubbio che la cronometro finale, che sembra disegnata su misura per lui, rappresenti un’enorme vantaggio per il capitano della Jumbo-Visma, che verrà supportato da scalatori come Robert Gesink, Steven Kruijswijk, Koen Bouwman, Sam Oomen e Sepp Kuss.

INEOS Grenadiers – La voglia di riscatto scorrerà anche nelle vene dei britannici, che dopo un Tour deludente proveranno a tornare nelle posizioni di comando. La squadra sarà probabilmente tra le più forti mai viste in un grande giro, grazie alla presenza di due scalatori eccezionali come Richard Carapaz, fresca medaglia d’oro su strada alle Olimpiadi e 2° lo scorso anno, ed Egan Bernal, vincitore del Giro d’Italia 2021, senza scordare Adam Yates, che dovrà dimostrare di aver trovato quella continuità nelle tre settimane che è sempre stata il suo tallone d’Achille.

Nessuno dei tre è uno specialista a cronometro, quindi sarà cruciale sfruttare ogni arrivo in salita a disposizione. Senz’altro, sarà molto interessante tornare a vedere all’opera la coppia Bernal-Carapaz: l’ultimo precedente risale al Tour dello scorso anno, e le cose non andarono benissimo..

Movistar – A proposito di squadre in cerca di riscatto. Questa è la corsa di casa per la squadra spagnola, che sembra essere entrata in un tunnel senza fine. Dopo il 6° posto ottenuto al Tour de France, appare ovvio considerare Enric Mas il capitano per quanto riguarda la classifica generale. Il 26enne, che ha chiuso la scorsa Vuelta al 5° posto e sul podio nel 2018, sarà coadiuvato da Miguel Angel Lopez, incognita assoluta, e l’immancabile Alejandro Valverde.

Lacune a cronometro a parte, Mas dovrebbe poter ambire ad un piazzamento nelle prime cinque posizioni, visto il suo feeling con la corsa di casa.

Bahrain Victorious – Risultati alla mano, la squadra araba è una delle formazioni più in forma della stagione e farà di tutto per continuare questa tendenza nelle tre settimane della Vuelta a España 2021. Dopo aver vinto la classifica generale a Burgos, Mikel Landa sarà l’indiziato numero uno nel ricoprire il ruolo da capitano. Il basco è uno scalatore di assoluto livello, ma dovrà esser bravo ad evitare spiacevoli imprevisti, a cui purtroppo sta facendo l’abitudine.

La caccia al podio sembra realistica, anche perchè a supportarlo ci saranno scalatori del calibro di Damiano Caruso, che dopo il suo ottimo Giro non ha più niente da dimostrare, Mark Padun, che a Burgos a chiuso terzo e sarà un pericolosissimo outsider se le cose non dovessero andare secondo i piani con Landa, ma anche Jack Haig, altra vittima delle prime tappe folli in Bretagna all’ultimo Tour, dove sembrava indirizzato verso un risultato importante.

Hugh Carthy – Il terzo classificato della passata edizione ha moderatamente deluso al Giro, chiudendo appena 8°, ma ha dato segnali di risveglio nell’ultima tappa della Vuelta a Burgos, dove ha ricordato a tutti quanto sia temibile nei ripidi arrivi spagnoli. Non mancherà certamente il terreno per scatenare le sue abilità da scalatore, ma dovrà dimostrare più costanza rispetto a maggio per poter ripetere l’ottimo risultato dell’anno scorso.

Aleksandr Vlasov – Il russo correrà il suo ultimo grande giro con la maglia dell’Astana, prima di passare alla Bora – Hansgrohe. Dal punto di vista dei risultati, il suo 4° posto al Giro di quest’anno è stato senz’altro un passo avanti, ma restano i problemi di affidabilità nelle tre settimane, ai quali dovrà ovviare per poter fare il salto di qualità definitivo. Per quanto riguarda la squadra, i kazaki si presentano al via con un pacchetto-scalatori di buon livello: Ion e Gorka Izagirre, Oscar Rodriguez, Omar Fraile e Luis Leon Sanchez.

David De la Cruz – Il catalano è un altro corridore che riesce a dare sempre quel qualcosa in più quando si corre in Spagna. Da segnalare la sua forma, che dopo dei buoni campionati nazionali è apparsa in crescita alla Vuelta a Burgos, dove ha chiuso in quinta posizione. Oltretutto, si tratta di un corridore piuttosto forte a cronometro, e se dovesse riuscire a limitare i danni nelle tappe più dure, cosa non certo scontata, potrebbe anche ambire a qualcosa di più del 7° posto dello scorso anno.

Romain Bardet – Il trasferimento al Team DSM ci ha restituito un Bardet alquanto pimpante, anche se sembra mancare ancora quel colpo di pedale che fece sognare i francesi 4-5 anni fa. Sul piano dei risultati, comunque, non si può certo disprezzare il suo 7° posto al Giro, mentre di recente ha vinto una bellissima tappa a Burgos, cedendo la leadership finale solo nelle rampe di Lagunas de Neila. Sicuramente, la cronometro finale sarà una pessima notizia anche per lui, ma un piazzamento nei dieci dovrebbe essere comunque nelle sue corde.

Giulio Ciccone – La caduta nella tappa di Sega di Ala ha portato via allo scalatore abbruzzese un probabile piazzamento in top10 all’ultimo Giro d’Italia, nel quale ha dimostrato di essere vicino al tanto atteso salto di qualità. Sulla carta, c’è il terreno per vederlo protagonista in questa Vuelta, alla quale arriverà dopo un discreto periodo di risultati, che è terminato con una top15 alla San Sebastian ed un 6° posto a Gexto.

Team BikeExchange – Gli australiani presenteranno al via una formazione mirata a far risultato nelle tappe intermedie, con Michael Matthews che darà la caccia alla maglia a punti, mentre per la classifica i corridori di riferimento saranno Mikel Nieve e Lucas Hamilton. Quest’ultimo è reduce da un Tour difficile, al quale ha fatto seguito una prova in linea Olimpica anonima, quindi è difficile avere grandi aspettative nei suoi confronti. Quanto al basco, ha fatto vedere cose discrete a Burgos, piazzandosi nei due arrivi più impegnativi, e cercherà di migliorare il 13° posto dello scorso anno.

Jolly FantaBarCiclismo: Fabio Aru – Non è un mistero che il Cavaliere dei Quattro Mori si trovi bene quando si corre in Spagna. D’altronde, è proprio in questa corsa che il sardo ha ottenuto la sua unica vittoria di un grande giro in carriera. Dopo un inizio di stagione altalenante, sono arrivati ottimi segnali nella Vuelta a Burgos, chiusa in 2° posizione dal capitano della Qhubeka. Dal punto di vista competitivo, questo è un risultato ancor più importante del 2° posto del Sibiu Tour in Romania, che è stato comunque un altro passo avanti nel suo percorso di avvicinamento alle tre settimane spagnole. La sensazione è che, con la giusta continuità, possa arrivare quantomeno un piazzamento in top10.

Pronostico

©Getty Images

La 17° e la 18° tappa saranno presumibilmente le giornate in cui il Team INEOS, su tutti, proverà a mettere in difficoltà il detentore del titolo. Tuttavia, c’è davvero bisogno di un crollo verticale prima della cronometro perchè Primoz Roglic possa mancare l’appuntamento con il Triplete.


Scarica FantaBarCiclismo gratuitamente su Google Play Store e sfida i tuoi amici, il modo migliore per godersi le corse di questa stagione!

Leggi anche: Giro di Polonia 2021 – Percorso e favoriti

SEGUI L’ARTICOLO PER I FAVORITI DI OGNI TAPPA!

I link con i favoriti di ogni tappa verranno man mano inseriti qui sotto.

(In aggiornamento) Vuelta a España 2021 – Favoriti 1a tappa; Vuelta a España 2021 – Favoriti 2a tappa; Vuelta a España 2021 – Favoriti 3a tappa; Vuelta a España 2021 – Favoriti 4a tappa; Vuelta a España 2021 – Favoriti 5a tappa; Vuelta a España 2021 – Favoriti 6a tappa; Vuelta a España 2021 – Favoriti 7a tappa;

Vuelta a España 2021 – Favoriti 8a tappa; Vuelta a España 2021 – Favoriti 9a tappa; Vuelta a España 2021 – Favoriti 10a tappa; Vuelta a España 2021 – Favoriti 11a tappa; Vuelta a España 2021 – Favoriti 12a tappa; Vuelta a España 2021 – Favoriti 13a tappa; Vuelta a España 2021 – Favoriti 14a tappa;

Vuelta a España 2021 – Favoriti 15a tappa; Vuelta a España 2021 – Favoriti 16a tappa; Vuelta a España 2021 – Favoriti 17a tappa; Vuelta a España 2021 – Favoriti 18a tappa; Vuelta a España 2021 – Favoriti 19a tappa; Vuelta a España 2021 – Favoriti 20a tappa; Vuelta a España 2021 – Favoriti 21a tappa

Su questo sito web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai facoltà di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.