Tour de France 2021 – Favoriti 16a tappa

Percorso e favoriti della sedicesima tappa del Tour de France 2021.

di Dino Manca

Tour de France 2021 – Favoriti 16a tappa

Nuova occasione per gli attaccanti?

Percorso

La terza settimana del Tour de France 2021 comincerà con una frazione mossa di 170 chilometri, che porterà i corridori dal dipartimento dell’Ariege all’Alta Garonna. Si resterà in Occitania, dunque, ai piedi degli Alti Pirenei, in una tappa che comprenderà quattro salite categorizzate. L’arrivo, a Saint-Gaudens, sarà in leggerissima ascesa. In totale, bisognerà superare 3260 metri di dislivello.

Dal punto di vista meteo, ci sarà un brusco cambio di temperature al ribasso, con vento moderato da ovest/nord-ovest e qualche possibilità di pioggia. I corridori avranno dunque vento contrario per la maggior parte della tappa.

Tour de France 2021 - 16a tappa
Tour de France 2021 – 16a tappa

La partenza in discesa potrebbe rendere molto difficile la formazione della fuga. Ecco perchè, dopo 36 chilometri, il Col de Port potrebbe essere decisivo nell’economia della corsa. Si tratta di una salita alquanto irregolare: i primi 5 km saranno piuttosto semplici, mentre la parte centrale avrà pendenze fino al 10%.

Tour de France 2021 – Col de Port

Col de la Core (13 km al 6.5%) sarà la salita più lunga di giornata, che porterà i corridori fino a 1395 metri d’altitudine. Molto, molto costante dal punto di vista delle percentuali, ma non per questo semplicissima.

Tour de France 2021 – Col de la Core

La selezione definitiva potrebbe avvenire sul Col de Portet-d’Aspet, penultima salita di giornata, che avrà un finale molto impegnativo con 1.4 km al 10% di pendenza media.

Tour de France 2021 – Col de Portet-d’Aspet

I 900 metri al 6.6% della Cote d’Aspret-Sarrat saranno l’ultima opportunità per chi vorrà approfittare delle proprie qualità in salita. Scollinamento a 7 km dalla conclusione.

Tour de France 2021 – Cote d’Aspret-Sarrat

Come anticipato sopra, la tappa terminerà con una rampa di 500 metri al 7%.

Tour de France 2021 – Finale 16a tappa

Favoriti

Wout Van Aert – Guardando l’altimetria, è impossibile non considerare il campione nazionale belga come un favorito naturale per la tappa di domani. Questo perchè la sua polivalenza gli potrà permettere di unirsi alla fuga sia nel tratto iniziale, che sul Col de Port, dove è probabile che andrà alla ricerca di altri punti per la maglia a pois, diventata silenziosamente un obbiettivo. Il suo problema, come sempre, è che gli altri non gradiranno la sua presenza davanti..

Astana – I soliti noti, Omar Fraile ed Alex Aranburu, dovrebbero essere particolarmente adatti ad un percorso del genere. Salite abbordabili ed una rampa finale al 7% sono troppo invitanti per non attrarre l’attenzione del duo basco del team kazako, che potrebbe essere molto pericoloso se presente nell’attacco di giornata.

Kasper Asgreen – Il passista della Deceuninck ha disperatamente cercato di far parte della fuga due giorni fa, dando l’impressione di avere un’ottima condizione. Se l’attacco dovesse formarsi prima della salita, potrebbe essere uno di quei corridori in grado di resistere alle salite e piazzare l’attacco decisivo negli ultimi 25-30 km. Il vincitore del Giro delle Fiandre 2021 è ancora alla ricerca della sua prima vittoria di tappa in un grande giro, sarà domani il suo giorno?

EF – A proposito di danesi, Magnus Cort fiuterà la possibilità di poter lasciare un segno nella giornata di domani. Vincitore proprio in Occitania qualche settimana fa, il 28enne di Bornholm ha dimostrato di sapersela cavare in terreni collinari e sarà pericolosissimo in caso di sprint ristretto. Sergio Higuita, invece, potrebbe essere la carta da giocare qualora la fuga dovesse formarsi sul primo GPM. La breve rampa finale è perfetta anche per l’esplosivo colombiano.

Matej Mohoric – La partenza della tappa è l’ideale per il campione nazionale sloveno, che non sembra aver perso la forma della prima settimana. Se non dovesse sacrificarsi troppo per la fase preparativa allo sprint intermedio, potrebbe entrare in gioco per centrare il secondo successo di tappa in questo Tour de France 2021.

Trek – Segafredo – Le fasi iniziali della corsa vedranno senz’altro protagonisti Jasper Stuyven e Toms Skujins, molto attivi anche due giorni fa, mentre nella prima salita potrebbe provare ancora Bauke Mollema, sempre molto pericoloso se presente davanti.

Patrick Konrad – L’austriaco della Bora si è preso una giornata di pausa ieri, ma dovrebbe tornare all’attacco domani. Attenzione al classe ’91, che sta correndo un grandissimo Tour de France 2021 e sembra essere uno dei corridori più freschi del lotto. Dopo il 2° posto a Quillan, questa è un’altra ottima occasione per centrare la sua prima vittoria di tappa in un grande giro.

Wout Poels – Se la maglia a pois dell’olandese dovesse essere minacciata da Van Aert, è probabile che ritroveremo all’attacco lo scalatore della Bahrain. Tuttavia, almeno sulla carta, la tappa non si sposa granchè con le sue caratteristiche.

Michal Kwiatkowski – Il polacco sarebbe un’ottima carta da giocare per la INEOS in caso di fuga. Dopo averlo visto scalare magnificamente al Mont-Ventoux, non c’è dubbio che abbia la forma per far bene in una tappa del genere, ma avrà la libertà per attaccare?

Movistar – Gli spagnoli hanno bisogno di vincere una tappa, quindi è lecito aspettarsi nuovamente davanti corridori come Alejandro Valverde ed Imanol Erviti, ma anche lo stesso Ivan Garcia Cortina, che dovrebbe gradire gli ultimi 30 km.

Brent Van Moer – Il belga della Lotto Soudal è un ovvio candidato se la fuga dovesse andar via nella discesa iniziale. Se davanti non dovessero esserci scalatori fortissimi, non è da escludere che possa tenere in un percorso del genere. Non essendo molto esplosivo, ovviamente, dovrà provare ad anticipare per sperare nel successo.

La lotta per la maglia verde dovrebbe purtroppo tagliare fuori dall’attacco di giornata corridori come Sonny Colbrelli e Michael Matthews, che saranno tuttavia molto pericolosi qualora dovesse essere il gruppo maglia gialla a giocarsi il successo.

Jolly FantaBarCiclismo: Elie Gesbert – Il classe ’95 dell’Arkea è un corridore piuttosto esplosivo, che in questa stagione è stato molto competitivo in questo tipo di terreni. Ad esempio, fu 5° al GP Indurain, ma anche vincitore a Malhao nella Volta ao Algarve e 3° nella tappa regina nella Comunità Valenciana. E’ stato molto importante vederlo all’attacco due giorni fa, peraltro in un gruppo di ottimi scalatori, riuscendo a centrare un dignitoso 7° posto.

Pronostico

©Tim De Waele/Getty Images

Una tappa che dovrebbe ancora favorire una fuga. E’ possibile che gli attacchi possano durare fino al primo GPM, come abbiamo visto due giorni fa, ma scelgo di credere che nel gruppo di testa farà comunque parte Kasper Asgreen. Il danese ha le qualità per poter vincere la frazione di domani.


Scarica FantaBarCiclismo gratuitamente su Google Play Store e sfida i tuoi amici, il modo migliore per godersi le corse di questa stagione!

Leggi anche: Tour de France 2021 – Percorso e favoriti; Tour de France 2021 – I cacciatori di tappe

Su questo sito web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai facoltà di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.